Pionieristici ingegneri trattamento del cancro del sistema immunitario per combattere la malattia

Pioneering cancer treatment engineers immune systems to fight disease

 

Realizzato da Guardian.co.ukQuesto articolo intitolato “Pionieristici ingegneri trattamento del cancro del sistema immunitario per combattere la malattia” è stato scritto da Haroon Siddique, per theguardian.com il Mercoledì 9 dicembre 2015 14.50 UTC (tempo coordinato universale

I pazienti con tumore della testa e del collo stanno ricevendo un nuovo trattamento innovativo che coinvolge spingendo il loro sistema immunitario per combattere la malattia.

Il processo, presso il Istituto Nazionale per la Ricerca Sanitaria centro di ricerca biomedica a casa di Guy e Foundation Trust St Thomas 'NHS e King College di Londra, coinvolge i globuli bianchi del paziente geneticamente modifica in modo da riconoscere e attaccare il tumore.

I globuli bianchi del sistema immunitario sono naturalmente dotate di eliminare le cellule - specialmente quelli infetti - che non dovrebbe essere lì, ma a volte bisogno di aiuto per riconoscere e attaccare le cellule tumorali.

Utilizzando un campione di sangue, il team BRC sta trattando i globuli bianchi in laboratorio con un virus innocuo che introduce due nuovi geni. Il primo gene rende più facile far crescere le cellule durante il loro tempo in laboratorio mentre il secondo permette alle cellule bianche del sangue a riconoscere e attaccare il tumore.

Investigatore principale Dr John Maher ha detto: "Nella maggior parte dei tumori, metastasi, la diffusione di una malattia dalla parte del corpo dove ha iniziato ad un'altra non collegato direttamente, è la causa più comune di decesso. Tuttavia, testa e del collo è insolito in quanto diffusione locale o la reiterazione dei conti malattia per la maggior parte la sofferenza e la morte. Ciò significa che i tumori possono diventare inutilizzabile e non ridursi in risposta ai trattamenti tradizionali come la chemioterapia o la radioterapia. "

Il trattamento è chiamato un CAR cellule T e prende due settimane per produrre. Per massimizzare la sua sicurezza ed efficacia la squadra sta iniettando i CAR cellule T direttamente nel tumore. trattamento T-cellule CAR è dimostrata efficace in alcune forme di leucemia ma la speranza è che può essere ulteriormente sviluppato a beneficio dei pazienti con cosiddetti "tumori solidi", che formano una massa tumorale discreta, come il cancro testa e del collo.

Maher ha detto successo potrebbe avere "implicazioni significative per altri tumori solidi, in particolare quelli che si sviluppa all'interno di uno spazio naturale nel corpo, come ad esempio il cancro ovarico (rivestimento dell'addome) o mesotelioma (rivestimento dei polmoni). In tale impostazione, può essere possibile iniettare i CAR T-cellule dal paziente direttamente nella cavità, per localizzare il trattamento in cui è più necessario ".

Durante la fase di 1 prova, che mira a testare la sicurezza e l'efficacia del trattamento, pazienti arruolati in gruppi verranno successivamente ricevere un numero elevato di celle di stabilire dosaggio sicuro, a condizione che non produce significativi effetti collaterali. Se riesce, il trattamento deve essere testato in un numero maggiore di pazienti per stabilire quanto sia efficace a combattere il cancro.

Dr Stephen Caddick, direttore di innovazioni a il Wellcome Trust, che co-finanziato la sperimentazione, suddetto: "Con l'ingegneria di precisione cellule del sistema immunitario a riconoscere e distruggere i tumori, i ricercatori sperano che essi saranno in grado di migliorare le prospettive per i pazienti che hanno, fino ad ora, affrontato opzioni terapeutiche molto limitate. "

guardian.co.uk © Guardiano Notizie & Media Limited 2010

19602 0