Netflix annuncia Crackdown su utenti VPN !

Netflix Announces Crackdown on VPN Users !

servizio di streaming impedirà quelle che utilizzano i proxy e servizi VPN, come Hola dal contenuto guardare con licenza per le altre regioni


Realizzato da Guardian.co.ukQuesto articolo intitolato “Netflix annuncia giro di vite sugli utenti VPN” è stato scritto da Alex Hern, per theguardian.com il Venerdì 15 gennaio 2016 11.40 UTC (tempo coordinato universale

Netflix ha annunciato l'intenzione di reprimere gli abbonati che utilizzano strumenti come proxy o VPN per guardare video da altri paesi.

In questo modo offre agli utenti l'accesso a una più ampia selezione di titoli, ma rompe termini di Netflix del servizio - così come la rottura degli accordi di Netflix ha con i fornitori di contenuti.

In una dichiarazione, vice presidente Netflix David Fullagar detto: "Alcuni membri utilizzano proxy o 'unblockers' ai titoli di accesso disponibili al di fuori del loro territorio. Per affrontare questo, impieghiamo le stesse o simili misure altre imprese fanno. Questa tecnologia continua ad evolversi e che si stanno evolvendo con essa.

"Ciò significa che nelle prossime settimane, quelli che utilizzano i proxy e unblockers sarà solo in grado di accedere al servizio nel paese in cui attualmente sono. Siamo fiduciosi che questo cambiamento non avrà un impatto membri non usare i proxy. "

I proxy e VPN sono strumenti che percorso la connessione Internet di un utente tramite una terza parte prima di eventualmente la connessione a Internet. Essi sono comunemente utilizzati per mascherare l'indirizzo IP, e la posizione in tal modo fisico, di computer di un utente web.

I servizi sono molto popolari tra gli utenti di Netflix, in particolare quelli di fuori degli Stati Uniti, perché permettono l'accesso a video che Netflix ha concesso in licenza per altri paesi, ma non proprio. A volte, la motivazione è quella di accedere ai contenuti multimediali che Netflix non ha concesso in licenza per più paesi a causa di una mancanza di domanda (per esempio, un emigrato coreano può decidere di guardare spettacoli dal loro paese d'origine, che non sono stati concessi in licenza per il pubblico britannico a causa della mancanza di domanda); ma più comunemente, l'unità è semplicemente che la versione americana di Netflix, grazie al suo mercato più grande, ha un significativamente migliore selezione dei mezzi di comunicazione in lingua inglese rispetto ad altre regioni.

L'uso di proxy è stato anche particolarmente popolare nei paesi in cui il servizio non era ufficialmente lanciato, come (fino a poco tempo fa) Australia e Nuova Zelanda. Ma parte della motivazione per Netflix finalmente il giro di vite su l'uso di proxy sembra essere il suo annuncio di questo mese che sarebbe il lancio in tutto il mondo, a ogni nazione diversa da Cina, Siria, Corea del Nord e Crimea.

Fullagar ha scritto che "Stiamo facendo progressi in licenza di contenuti in tutto il mondo e, come della scorsa settimana, ora offrire il servizio Netflix in 190 paesi, Ma abbiamo una strada da fare prima di poter offrire alla gente gli stessi film e serie TV in tutto il mondo.

"Col tempo, ci aspettiamo di essere in grado di farlo. Per adesso, tenuto conto della prassi storica di contenuti di licenza per i territori geografici, i programmi TV e film che offriamo si differenziano, a vari livelli, per territorio. Nel frattempo, noi continueremo a rispettare e far rispettare le licenze dei contenuti da posizione geografica ".

Lo scorso gennaio, Netflix è stato costretti a negare le voci che aveva lanciato un giro di vite sugli utenti dei servizi VPN dopo le notizie di accesso bloccato. Al tempo, l'azienda ha detto che stava usando "i metodi standard del settore per impedire l'uso di VPN illegale", e la stragrande maggioranza degli utenti di VPN ha continuato ad essere in grado di guardare i contenuti regione-locked senza problemi.

Ma la pressione crescente dei fornitori di contenuti, che solo concedere i diritti Netflix per lo streaming determinati contenuti in alcuni locali, potrebbe essere il motivo per il cambiamento della politica. Mentre Netflix ha storicamente beneficiato di proventi da parte degli utenti che hanno pagato per accedere al contenuto bloccato, ora ha di bel gioco in tutto il mondo al fine di costruire grandi biblioteche nei suoi più di cento nuove nazioni.

guardian.co.uk © Guardiano Notizie & Media Limited 2010