Germania avendo ripensamenti sulla prostituzione legalizzata

Germany having second thoughts on legalised prostitution

Un decennio dopo la Germania ha legalizzato la prostituzione, un dibattito è iniziato per vietare nuovamente il commercio, con la femminista leader Alice Schwarzer che etichetta il paese “un paradiso per i magnaccia”.

Decine di politici, attori e giornalisti questo mese hanno firmato l'appello di Schwarzer al cancelliere Angela Merkel e al parlamento per abolire il lavoro sessuale.

“Sappiamo che c'è schiavitù nel mondo oggi, ma non esiste un paese democratico moderno che possa tollerare, accettare o promuovere la schiavitù,” ha detto in una recente conferenza stampa di Berlino sul suo nuovo libro “Prostituzione, Uno scandalo tedesco”.

“Tuttavia, La Germania tollera, accetta e promuove la prostituzione, principalmente a spese delle donne più povere dei paesi vicini.”

Ha sollecitato una revisione del 2002 legge — passò sotto un governo di coalizione socialdemocratico-verde di centrosinistra — che teoricamente dava alle lavoratrici del sesso l'accesso all'assicurazione contro la disoccupazione, condizioni di lavoro controllate e copertura medica.

La fondatrice della rivista femminista Emma ha sostenuto che la legge ha fallito e ha trasformato la Germania in una “paradiso per protettori” chi può ora sfruttare più facilmente le donne, soprattutto da paesi dell'Europa centrale più poveri come la Romania e la Bulgaria.

Schwarzer, 70, detto questo “la liberalizzazione della prostituzione è stata un disastro per le persone coinvolte,” stimando il numero di prostitute che lavorano in Germania ora a 700,000.

“Questi bordelli hanno sempre bisogno di "carne fresca", come dicono, il che significa che le donne lavorano generalmente per alcune settimane in questi stabilimenti e alla fine finiscono per strada,” Disse Schwarzer.

In un 2007 rapporto — con i dati ufficiali finora sugli effetti della legge — il governo ha ammesso che il risultato è stato deludente e il cambiamento legale no “migliorare effettivamente il benessere delle prostitute”.

Lo studio ha rilevato che solo l'uno per cento delle prostitute aveva un contratto di lavoro.

Molti assistenti sociali e polizia riferiscono anche che la legge ha solo aggravato la situazione.

“È ormai indiscutibile che vi sia un'urgente necessità di rispondere efficacemente al fenomeno della tratta di esseri umani, che si sta diffondendo,” il commissario di polizia della città meridionale di Augusta, Helmut Sporer, ha riferito a un'indagine parlamentare a giugno.

I dati della polizia nazionale mostrano che i casi segnalati di tratta di esseri umani sono in declino, da parte di 811 in 2002 a 432 in 2011, l'ultimo anno per il quale sono disponibili cifre.

Tuttavia, Chantal Louis, direttore della rivista Emma che ha pubblicato l'appello di Schwarzer, detto questo “è davvero molto cinico approvare prima una legge che indaga … del traffico particolarmente difficile, quindi dire che il numero di casi è in calo.”

Il rinnovato dibattito per frenare la prostituzione è ora entrato nell'agenda dei colloqui in corso della coalizione tra i democratici cristiani conservatori della Merkel e i socialdemocratici.

“Siamo molto, molto orgoglioso,” che il problema ha attirato la massima attenzione politica, disse Schwarzer.

Lo scrittore, che era coinvolta nel movimento di liberazione delle donne francesi mentre era una corrispondente di Parigi, ha anche elogiato l'attuale spinta lì per eliminare la prostituzione, guidato dal ministro per i diritti delle donne Najat Vallaud-Belkacem.

“Ci ha incoraggiato a vederlo in Europa, ci sono sempre più paesi che parlano di prostituzione in termini di dignità umana e stanno iniziando ad agire,” ha detto ad AFP.

Ma, come in Francia, la campagna contro la prostituzione ha anche suscitato resistenza in Germania.

Durante la sua presentazione a Berlino, Schwarzer è stato fischiato e fischiato dai membri del pubblico che hanno affermato di essere prostitute.

Undine de Riviere, una prostituta e portavoce di un'unione professionale di fornitori di servizi sessuali ed erotici, fa parte dell'opposizione.

“Le femministe non pensano che possiamo parlare da soli,” disse al quotidiano Sueddeutsche Zeitung di Monaco.

“Il desiderio di controllare la sessualità e la prostituzione è sempre stato grande e molto difficile uscire dalla testa delle persone.”

Lo ha detto Schwarzer “ovviamente non siamo ingenui, sappiamo che la prostituzione non sarà abolita domani … è un processo sociale di sensibilizzazione, di creare consapevolezza sull'ingiustizia.

“Noi vogliamo, passo dopo passo, andare verso l'obiettivo.”

Repost.Us – Ripubblicare questo articolo
Questo articolo, Germania avendo ripensamenti sulla prostituzione legalizzata, è sindacato da AFP e viene pubblicata qui con il permesso. Diritto d'autore 2013 AFP. Tutti i diritti riservati